Migliori Pentole in Rame: Opinioni, Recensioni e Prezzi

Stai valutando l’idea di procurarti delle pentole in rame? Fantastico! In questo articolo te ne racconterò le qualità, sfatando qualche mito e spiegandoti in dettaglio per quali tipi di cotture queste stoviglie sono ideali.

In realtà ti capisco, sai? La pentola in rame ha quel non so che di antico, quel fascino retrò che le accomuna ai forni olandesi, alle pentole in ghisa e alle cocottine francesi, per intenderci. Sa di casa in un altro tempo, di serate intorno al focolare acceso, alla cucina genuina e verace delle nonne e delle bisnonne di una volta. Ed esteticamente sono stupende, va ammesso!

Tuttavia, dobbiamo tenere presente che le pentole di rame non vanno ugualmente bene per tutte le cotture. E che, anche se NON è vero – come molti invece credono – che sono tossiche, bisogna che abbiano precise specifiche tecniche per essere assolutamente sicure. Tra queste, la più importante è senz’altro un apposito rivestimento interno, che serve ad andare sul sicuro anche quando si cucinano pietanze che rilasciano sostanze acide. Ma non temere: scoprirai tutto ciò che ti serve leggendo questa guida.

Pentole in Rame: quando sono imbattibili

La pentola di rame è l’alleata che ti serve quando vuoi far esprimere al meglio il gusto delle pietanze che richiedono una cottura moooolto lenta. Parliamo, intendiamoci, delle preparazioni a fiamma bassa, che richiedono una temperatura omogenea e costante per esaltare i sapori e raggiungere la giusta consistenza. Un esempio? I risotti e gli spezzatini, che possono cuocere a lungo nella pentola di rame senza attaccarsi alla superficie di cottura.

Vedi, il segreto di queste pentole sono proprio le caratteristiche fisiche del rame. Questo, infatti, ha una conducibilità termica inferiore solo a quella dell’oro e dell’argento: pensa che è dieci volte superiore a quella del comune acciaio inox! Il che, tradotto in termini di cucina, ti consente di avere una distribuzione del calore omogenea ed efficace, ma anche molto garbata. Tale, insomma, da far sì che le pietanze non rischino di “attaccare” sul fondo, creando quel gusto di bruciato che male si sposa con un piatto riuscito.

Infine, una chicca: le pentole di rame sono tra le preferite dagli chef professionisti anche perché sono tra le più versatili in assoluto. Infatti, vanno benone per la cottura a fiamma bassa, ma anche con fiamme più vivaci se la cavano benone. Quindi potrai usarle anche per le preparazioni ad alte temperature anche senza aprire il gas al massimo, grazie alla caratteristica di conducibilità del calore che ti ho raccontato.

L’unica accortezza da avere è di evitare temperature superiori a 220 gradi: oltre quel limite, infatti, il rivestimento interno rischia di fondersi!

Il rivestimento interno: un dettaglio da non sottovalutare

Le pentole in rame in sé non sono tossiche, ma potrebbero diventarlo. Questo succede quando le pietanze vanno direttamente a contatto con il materiale, in assenza di un rivestimento protettivo. Il rame si ossida e rilascia sostanze tossiche negli alimenti, mentre la superficie interna della pentola si annerisce, risultando irrimediabilmente rovinata.

Per fortuna, le pentole di rame oggi in commercio hanno sempre un rivestimento interno. Questo può essere di stagno o in lamina di acciaio inox o alluminio. Che differenza c’è?

  • Rame stagnato: questo tipo di rivestimento per le pentole in rame è economico ed efficace, perché mantiene intatte le caratteristiche di conducibilità del rame. Tuttavia, lo stagno si rovina abbastanza facilmente con l’uso frequente e soprattutto con i ripetuti lavaggi. Non temere, però: esistono soluzioni (anche fai-da-te) per ristagnare la pentola in rame ed estendere la sua durata di vita!
  • Rivestimento in lamina di acciaio inox o alluminio: il pro di questo tipo di rivestimento è che rende la superficie interna della pentola in rame davvero robusta e resistente, garantendo la massima durevolezza. Il contro è che l’acciaio inox ha una conducibilità termica bassa e quindi agisce in parte da “filtro” rispetto al calore, rallentando la cottura.

Se utilizzi la pentola a casa e non tutti i giorni, la prima opzione va più che bene. Se però intendi fare un utilizzo professionale o semi-professionale delle pentole in rame, forse dovresti orientarti sulla seconda.

Le migliori pentole in rame [RECENSIONI]

1. Agnelli ALCU11036 – Tegame Pentola di rame

Cerchi un prodotto italiano di qualità e la cucina è la tua grande passione o il tuo lavoro? Questo tegame, allora, anche se costa parecchio, diventerà un alleato formidabile.

  • Spessore 2 mm
  • Rivestimento in stagno
  • Capienza di 0,1 l
  • Diametro 36 cm
  • Manici in ottone
  • Con certificazione di idoneità europea

Con uno spessore della lamina da 2 millimetri, la capacità di 100 millilitri e il diametro di 36 centimetri, si tratta di un tegame di tutto rispetto. Ideale, dunque, per sughi e alcune preparazioni di carne e pesce che richiedono pazienza e delicatezza, oltre a una certa dose di creatività.

Grazie ai manici in ottone potrai spostare questa pentola di rame in sicurezza dai fuochi, ma attenzione. Il rivestimento in stagno è delicato e non è eterno, perciò dovrai farci attenzione. Inoltre, occhio anche alle fiamme, perché oltre i 220 gradi lo stagno rischia di fondersi e sarebbe disastroso.

Al di sotto di quel limite, però, puoi andare assolutamente sul sicuro: anche questo modello, infatti, vanta tutte le certificazioni europee di idoneità.

2. Agnelli ALCU10518 – Pentola in Rame Alta con Manico

Se stai cercando un prodotto italiano economico senza rinunciare alla sicurezza, questa pentola in rame è ideale per te.

  • Spessore 2 mm
  • Rivestimento in stagno
  • Capienza di 2,6 l 
  • Manico in ottone 
  • Con certificazione di idoneità europea
  • Prezzo inferiore alla media

Si tratta, infatti, di un modello certificato come idoneo dall’autorità europea, perciò puoi andare decisamente sul sicuro. Come se non bastasse, ha alcune caratteristiche in linea coi migliori modelli di pentole in rame, anche se il suo prezzo è più basso. Ad esempio, lo spessore della lamina di rame da 2 mm, che ne fa un modello davvero solido.

I punti un po’ più dolenti vengono sul rivestimento interno, che è di stagno. Niente di male, è sicuro ed efficace, ma dovrai fare attenzione all’usura. Dopo un po’, infatti, dovrai controllarlo con attenzione e, dove necessario, provvedere alla ri-stagnatura per continuare a utilizzare questo dispositivo in sicurezza.

Un altro punto un po’ dolente è il manico. In ottone, è bellissimo e solido, ma va maneggiato coi guanti da forno in quanto non è rivestito. Con un po’ di attenzione, però, sarà un valido sostegno nello spostare e gestire questa casseruola da 2,6 litri ideale per i risotti. Vedrai che i tuoi ospiti si leccheranno i baffi!

3. Agnelli ALCU10424 – Pentola di Rame Alta

Vorresti procurarti una pentola alta con una conducibilità termica eccezionale? Be’, tra le pentole in rame che potresti trovare, questa è una delle migliori.

  • Spessore lamina 2 mm
  • Rivestimento in stagno
  • Capienza di 5,6 l 
  • Diametro 24 cm
  • Manici in ottone
  • Con certificazione di idoneità europea

Merito della lamina spessa in rame (2 millimetri), che assicura una distribuzione efficace e uniforme del calore. Merito anche del diametro generoso e della capacità ampia, che coi suoi 5,6 litri ti permette di sfamare parecchie bocche insieme.

I manici in ottone garantiscono una buona presa, ma anche in questo caso dovrai utilizzare i guanti da forno per impugnarla. E attenzione al peso, perché questo modello non è esattamente un biscottino da sollevare.

Come ti ho fatto notare anche per altri modelli, la raccomandazione di prudenza da fare in questo caso riguarda sempre il rivestimento interno in stagno. Questa pentola di rame, infatti, come le pentole in rame viste in precedenza dispone del via libera di sicurezza europeo, è vero. Però è anche vero che le pentole con rivestimento interno in stagno non vanno usate a temperature di oltre 220 gradi che il rivestimento stesso è soggetto a usura.

Dunque maneggia con cura, controlla bene e assicurati sempre di lavarla e asciugarla nel modo corretto prima di riporla dopo l’uso. Ne va della tua salute!

4. Agnelli ALCU10628 – Casseruola in Rame Bassa

Lo so, lo so, lo so: le Agnelli non sono le uniche pentole in rame esistenti. Hai ragione, è vero. Ma sono prodotti made in Italy, di qualità e piuttosto contenute nel prezzo. Non meritano un’occhiata più approfondita per questo motivo?

  • Spessore lamina 2 mm
  • Rivestimento in stagno
  • Capienza di 6 l
  • Diametro da 24 o 28 cm
  • Con certificazione di idoneità europea

L’ultimo modello che ti propongo è una casseruola bassa che si trova in due varianti, da 24 o da 28 centimetri di diametro, a seconda di quanto spazio ti serve per distribuire le tue pietanze in cottura. La capacità resta la stessa, 6 litri comodi comodi, per un pranzo in famiglia o una cena tra amici da leccarsi i baffi.

Le caratteristiche tecniche, d’altra parte, restano le stesse: lamina da 2 millimetri di spessore, manici in ottone non rivestito, rivestimento interno in stagno realizzato a mano. Aggiungo solo che, per una pentola di questo tipo, il suo peso (2,4 chilogrammi) è leggermente inferiore, cosa che la rende un po’ più maneggevole.

Anche questo modello, come tutti i precedenti, è stato giudicato idoneo dall’autorità europea che valuta la sicurezza dei dispositivi alimentari. Quindi, puoi andare sul sicuro se usi con criterio queste due varianti di pentole in rame. Nondimeno, ci sono gli svantaggi che conosci. E cioè la necessità di controllare con attenzione la manutenzione e far ristagnare la pentola regolarmente per garantirle sicurezza e durabilità.

5. Amazon Commercial – Batteria di Pentole in Rame

Stai cercando una batteria di pentole in rame economica ma comunque di qualità? allora ti consiglio questo set marchiato Amazon Comemrcial composto da 3 padelle (20.32 cm, 25.4 cm e 30.48 cm), 2 tegami con coperchio (1.89 e 2.83 litri), una casseruola alta con coperchio da 7.57 litri una padella con coperchio da 3.31 litri (26.67 cm di diametro), e una pentola a vapore da 20 cm.

In Offerta
Amazon Commercial - Batteria di pentole in rame...
  • Struttura a triplo strato: l’interno in acciaio inox non reagisce con il cibo; la parte...
  • Manici robusti: gli ampi manici in acciaio inox pressofuso offrono una presa sicura,...
  • Coperchi in acciaio inox: i coperchi a tenuta sicura garantiscono migliori risultati di...
  • Set da 12 pezzi (pentole + coperchi)
  • Rivestimento in acciaio inox
  • Capienza di 6 l
  • Diametro da 24 o 28 cm
  • Con certificazione di idoneità europea

Questa batteria di pentole ti permetterà di avere sempre quella necessaria a portata di mano. La loro struttura a triplo strato è composta da 50% acciaio inox, 30% alluminio e 20% rame. Il rivestimento interno è in acciaio inox, la parte centrale è in puro alluminio mentre l’esterno è in vero rame martellato molto resistente e gradevole alla vista.

I manici sono realizzati in acciaio inox pressofuso, si presentano molto resistenti e offrono una presa ottimale. Anche i coperchi sono realizzati in acciaio inox, questo materiale assicura risultati ottimali trattenendo il calore e impedendo la dispersione di liquidi e delle sostanze nutritive. Ovviamente, sitiamo parlando di pentole economiche, quindi di una qualità nettamente inferiore rispetto alle Agnelli viste poco sopra.

Per garantire il corretto mantenimento delle pentole, ricordati di utilizzarle per cotture a fuoco medio o lento oppure in forno fino a 260 °C, una temperatura troppo elevata potrebbe scolorirle e rovinarle in maniera irreparabile.

Come scegliere le pentole di rame: Guida all’acquisto

1. Dimensioni e forma

Come per ogni attrezzo da cucina, anche le pentole in rame sono alleate tanto valide quanto servono allo scopo che hai in mente. Perciò, ti raccomando di scegliere la pentola in rame in base alle esigenze tue e della famiglia.

Tieni presente che in commercio troverai pentole di capacità da 3 a 18 litri: più sono le persone che dovrai sfamare di regola, più grande sarà la pentola necessaria. Per valutare questo elemento, basati anche sul diametro dell’imboccatura, che va dai 20 ai 36 centimetri.

La tipologia di pentola e la sua forma, inoltre, sono importanti. In base alle preparazioni che vuoi realizzare, potrebbe servirti una padella, una casseruola o un paiolo. Perciò, prima di acquistarla, cerca sempre di avere ben presente cosa dovrai farci davvero.

2. Materiali

I materiali sono un fattore importantissimo nelle pentole in rame.

Anzitutto, tieni presente che una pentola in rame è tale solo se il materiale ha uno spessore di almeno 1,8 millimetri, meglio se si arriva ai 2 millimetri. Altrimenti, conta come un semplice rivestimento, utile a fini estetici ma privo di scopi pratici.

Inoltre, bada moltissimo al rivestimento interno. Come ti dicevo in apertura, può essere in stagno o in acciaio inox, con diversi gradi di affidabilità e diverse fasce di prezzo. Mai e poi mai, comunque, acquistare pentole prive di rivestimento interno o con rivestimento interno in teflon, che è tossico.

3. Manici e coperchio

Le pentole in rame di qualità migliore si riconoscono anche per i manici, che devono essere ergonomici, confortevoli e sicuri. A renderli tali è la giusta lunghezza e la scelta di materiali come l’acciaio, la ghisa o l’ottone, meglio ancora se rivestiti per essere termicamente isolati ed evitare scottature.

Il coperchio, invece, raramente è in dotazione nelle pentole singole, mentre lo è nei migliori set e batterie. Attenzione, perciò, a sceglierlo del diametro giusto. Tieni presente, comunque, che si tratta pressoché sempre di coperchi in vetro, con appositi fori per far disperdere il calore e visionare la cottura in tempo reale.

4. Prezzo

A volte, si sa, chi più spende meno spende. Questo è uno di quei casi. Certo, troverai sul mercato pentole “di rame” da una ventina di euro, ma sappi che non sono veramente in rame. Sono rivestite di rame, belle da vedere ma niente a che vedere con le vere stoviglie in questo materiale.

Inoltre, attenzione ad andare al risparmio scegliendo modelli economici il cui rivestimento interno sia meno che sicuro. Infatti, generalmente è difficile che questi modelli siano davvero molto durevoli. Inoltre, rischi di mettere a rischio la tua salute, perché facilmente il rivestimento interno comincerà a deteriorarsi dopo pochi lavaggi.

Pentola in rame: FAQ – Domande Frequenti

A questo punto, ormai sarai un esperto sul tema “pentole di rame”. Ecco però di seguito un paio di domande frequenti che potrebbero ancora aver bisogno di una risposta.

1. Come si puliscono le pentole in rame? 

Cominciamo con le cose da NON fare:

  • Non metterle in lavastoviglie;
  • Non usare spugnette abrasive;
  • Non utilizzare detergenti chimici aggressivi.

La ragione di questi tre divieti categorici è la stessa: se lo facessi, potresti rovinare il rivestimento interno. Rischiando, così, che la pentola possa diventare tossica. Purtroppo, quindi, è necessaria un po’ di attenzione nella manutenzione ordinaria di queste stoviglie: noioso, sì, ma ne va della salute tua e di chi siede alla tua tavola.

Come pulirla, allora? Be’, se non ci sono incrostazioni puoi utilizzare una spugnetta morbida e una soluzione di acqua, sale e aceto, oppure diluire un po’ di scaglie di sapone di Marsiglia e lasciar agire. Se, invece, è incrostata e non c’è verso di ripulirla a dovere, versa un po’ d’acqua con sale e aceto nella pentola e lascia bollire a fiamma bassa per una decina di minuti. Dopodiché, fai raffreddare e sciacqua con acqua corrente: vedrai che lo sporco verrà via in un attimo, strofinando appena.

Ultima raccomandazione: asciuga bene dopo il lavaggio. L’umidità, infatti, è nemica dei metalli e del rame in particolare. Perciò, quando finisci di lavarla, passa la pentola con un panno asciutto con cura prima di metterla via.

1b. E il verderame come si elimina?

Non la considererei una domanda a parte, perché fa sempre parte della manutenzione delle pentole in rame.

Ora, se vedi una patina verdastra all’interno di una pentola in rame che utilizzi regolarmente, il problema maggiore potrebbe essere nel tuo stomaco e non nella stoviglia.

Se, però, è da un po’ che non la usi e vuoi capire come salvarla, sappi che si può. Devi sapere che questa patina è causata dall’ossidazione dei materiali e che è tossica se va a contatto coi materiali. Puoi sbarazzartene con l’acido di acetosella, oppure con una pasta di alcol e argilla o alcol e gesso per muratura applicata sulle parti ossidate.

Una volta pulita la pentola, però, corri a farla stagnare accuratamente prima di provare a cucinarci di nuovo qualcosa!

2. Quanti e quali tipi di pentole in rame esistono? 

Fin dall’antichità, il rame è stato un materiale piuttosto usato nella realizzazione di stoviglie, una volta capito come realizzare dei rivestimenti. Non a caso: esteticamente, l’avrai notato, la pentola in rame è davvero spettacolare. Di conseguenza, ci si è abbastanza sbizzarriti con le stoviglie utilizzabili: esistono pentole, padelle e casseruole per tutti i gusti.

Tra le più classiche si può ricordare il paiolo per polenta, molto utilizzato tradizionalmente soprattutto nelle regioni montuose. Tra le più particolari, invece, meritano una menzione la teglia per farinata e la cataplana portoghese.
“Cata-cosa?”, ti starai chiedendo. Si tratta di un ibrido tra una padella e un forno, ideato per quelle cotture lente che però necessitano di una camera di cottura chiusa ermeticamente. In sostanza, consiste di due padelle sovrapposte e chiuse tramite una cerniera. Sono fatte di rame perché le sue caratteristiche di conducibilità lo rende un materiale imbattibile per questo tipo così particolare di stoviglia.

Pentole in rame più vendute

Bestseller No. 1
Viking Culinary 3-Ply Stainless Steel Hammered Copper...
Viking Culinary 3-Ply Stainless Steel Hammered Copper...
Design elegante; Tipo di stufa: piano liscio elettrico; piano cottura elettrico a bobina
2.363,67 EUR
Bestseller No. 2
Pentole Agnelli Linea Rame Casseruola Alta con Manico...
Pentole Agnelli Linea Rame Casseruola Alta con Manico...
Casseruola alta; Manico in Ottone; 16 cm; Made in Italy
28,00 EUR
In OffertaBestseller No. 3
Amazon Commercial - Batteria di pentole in rame...
Amazon Commercial - Batteria di pentole in rame...
Uso e pulizia: utilizzabili in forno fino a 260 °C; lavare a mano
197,31 EUR −39,84 EUR 157,47 EUR
Bestseller No. 4
Pentole Agnelli ALCM106M40 Casseruola Bassa in Rame...
Pentole Agnelli ALCM106M40 Casseruola Bassa in Rame...
Casseruola bassa; Maniglie in Ottone; 40 cm; Made in Italy
430,79 EUR
Bestseller No. 5
Pentole Agnelli ALCU10424 Casseruola alta, Rame liscio...
Pentole Agnelli ALCU10424 Casseruola alta, Rame liscio...
Casseruola alta; Maniglie in Ottone; 24 cm; Made in Italy
134,86 EUR
Bestseller No. 6
Pentole Agnelli COCU3165K4,5 Paiolo con Supporto in...
Pentole Agnelli COCU3165K4,5 Paiolo con Supporto in...
Con supporto in ferro e motore 16 W; Capacità da 4.5 litri; Paiolo realizzato in rame; Ottima conducibilità termica
196,66 EUR
Bestseller No. 7
Pentole Agnelli ALCU106PI28 Casseruola Bassa in Rame...
Pentole Agnelli ALCU106PI28 Casseruola Bassa in Rame...
Casseruola bassa; Maniglie Inox; 28 cm; Piano cottura a Induzione compatibile
258,86 EUR
Bestseller No. 8
Pentole Agnelli Linea Rame Padella Saltare con Manico...
Pentole Agnelli Linea Rame Padella Saltare con Manico...
Manico tubolare in ottone; Conducibilità termica: 392 W/m°K; Peso specifico: 7,8 kg/dm3; Diametro 28 cm
155,00 EUR
In OffertaBestseller No. 9
Pentole Agnelli Linea Rame Padella con Manico in Rame...
Pentole Agnelli Linea Rame Padella con Manico in Rame...
Padella svasata alta; Manico in Ottone; 36 cm; Made in Italy
342,77 EUR −95,33 EUR 247,44 EUR

Lascia un commento