Come pulire le fughe del pavimento con piastrelle: Consigli e Soluzioni

Chi ha un pavimento piastrellato sa bene quanto sia difficile tenere pulite le fughe, ossia gli spazi tra una piastrella e l’altra. La polvere e lo sporco si depositano facilmente in queste scanalature e sono davvero difficili da togliere. Nonostante i lavaggi frequenti e le mille attenzioni che dedichi loro, le fughe finiscono per diventare nere oppure, se l’ambiente è molto umido, si riempiono di muffa.

In questo articolo ti sveleremo qualche trucco per mantenere pulite le fughe tra le piastrelle e ridare alla tua casa un aspetto pulito e curato.

Come mai le fughe diventano nere

Nonostante le mille attenzioni, le fughe del pavimento del tuo appartamento da bianche che erano sono diventate giallognole oppure nere?

Non ti preoccupare, si tratta di una situazione piuttosto comune. In molti pensano che basti eliminare la polvere con scopa o aspirapolvere e poi dare una bella lavata con un detergente per pavimenti per preservare il colore naturale delle fughe. Purtroppo non è così! Queste azioni servono per mantenere pulite le piastrelle, ma spesso la polvere si accumula nelle fessure e l’umidità, soprattutto nel bagno, le fa ammuffire.

Per quanto riguarda la cucina, può capitare che i vapori e i grassi di cottura facciano ingiallire o annerire non solo le fughe tra le piastrelle del pavimento, ma anche quelle tra le piastrelle poste sul muro.

Ecco dunque perché risulta fondamentale sapere come intervenire caso per caso.

Come pulire le fughe tra le piastrelle in modo efficace

Il primo metodo che desideriamo consigliarti per pulire le fughe del pavimento diventate nere è il vapore. Utilizzando una scopa a vapore oppure un pulitore a vapore potrai eliminare anche lo sporco più resistente.

1. Acqua e bicarbonato

Un altro metodo estremamente efficace per pulire a fondo le fughe tra le piastrelle consiste nell’utilizzare un impasto composto da bicarbonato e acqua calda. Crea un poltiglia, quindi, aiutandoti con uno spazzolino, sfregala bene sulle fughe. Lasciala in posa trenta minuti prima di eliminarla utilizzando un panno.

Vedrai che in poco tempo riuscirai a eliminare tutta la patina gialla o nera, togliendo ogni traccia di sporco non solo dalle fughe del pavimento, ma anche da quelle del muro della cucina.

2. Acqua e aceto per pulire le fughe tra le piastrelle

Al posto del bicarbonato puoi provare a utilizzare una soluzione di acqua e aceto. Fai intiepidire l’acqua, quindi aggiungi dell’aceto bianco e metti la soluzione in uno spruzzino. Vaporizza sulle fughe da pulire e lascia agire qualche minuto prima di eliminare la soluzione utilizzando un panno.

Questa soluzione è molto più pratica e veloce rispetto a quella che prevede l’uso del bicarbonato, in quanto dovrai semplicemente spruzzare e aspettare. L’aceto, così come il bicarbonato, è uno sgrassatore naturale molto efficace. Questa caratteristica lo rende molto efficace per pulire le fughe della cucina.

3. Prodotti chimici

Se il vapore, il bicarbonato e l’aceto non sono bastati, puoi provare a ricorrere a dei prodotti chimici specificamente formulati per la pulizia delle fughe. Si tratta solitamente di prodotti molto forti che, se utilizzati nel modo sbagliato o su un materiale non idoneo, potrebbero rovinare il pavimento, Per questo motivo, nel caso in cui decidessi di ricorrere a questo rimedio, ti consigliamo di provare prima il prodotto su un’area limitata e il più possibile nascosta. Personalmente, mi sono trovata benissimo con questo pulitore specifico per fughe:

Camp PULIFUGA, Pulitore concentrato per fughe ideale...
  • Adatto per tutte le fughe, bianche o colorate
  • Non aggredisce e non intacca le piastrelle
  • Idoneo per ceramica, gres porcellanato, cotto e mosaico

Come pulire le fughe del pavimento o del muro del bagno

Il problema principale delle fughe del bagno è l’umidità, la quale, oltre ad annerire le fughe, favorisce anche la formazione della muffa. In questo caso, oltre al bicarbonato, all’aceto o al vapore, puoi provare a usare l’acqua ossigenata.

Procurati un barattolo di acqua ossigenata a 10 volumi e, usando uno spazzolino, strofinala sulle fughe annerite che desideri pulire. Se non ottieni risultati apprezzabili, aggiungi anche un po’ di bicarbonato. Puoi utilizzare uno spazzolino apposito per fughe come questo:

Fuginator Spazzola per piastrelle Arancione/Blu....
  • Applicazione universale: Con la spazzola universale Fuginator è possibile pulire in modo...
  • Trasferimento di potenza ideale: l'impugnatura ergonomica è delicata sulla mano ed è...
  • Fornitura: spazzola per fughe realizzata interamente in Germania in colore arancione con...

Gres porcellanato: cosa cambia

Hai un pavimento in gres e ti stai chiedendo se questo tipo di materiale richiede interventi diversi?

La risposta è no: per pulire le fughe del tuo pavimento in gres, puoi provare i metodi che abbiamo illustrato sopra. Vapore, aceto, bicarbonato, acqua ossigenata o prodotti chimici: scegli il metodo che preferisci e provalo su una piccola area del pavimento. Valuta il risultato ottenuto e, se ti ritieni soddisfatto, pulisci tutte le fughe del pavimento.

Cosa fare se non riesci a pulire le fughe?

Dopo aver provato tutti i rimedi naturali che ti abbiamo suggerito e aver acquistato dei prodotti specifici per la pulizia delle fughe, non hai ottenuto alcun risultato? Le fughe del tuo pavimento sono irrimediabilmente rovinate? Cosa fare?

In questo caso la soluzione migliore consiste nel rinnovare le fughe.

Procurati un trapano dotato di una punta piccolissima oppure di un taglierino e, facendo attenzione a non rovinare le piastrelle, elimina lo strato più superficiale dello stucco presente nelle fughe.

Fatto questo, elimina la polvere creata e procurati dello stucco nuovo, con il quale andrai a riempire nuovamente gli spazi tra le fughe.

Lascia un commento